15inCerca

7 - Razze (di MasMas)

Ho trovato la testa di un cane nella discarica. Non sembra rovinata, dico, sì, un corpo non ce l'ha, ma non vedo ossidazioni sulle calotte, i platjack sono integri, non strappati e anche i fori dei rivetti sulle carene sembrano buoni. Ho portato a casa la testa di un cane e mio padre ha riso: "Almeno non ti toccherà portarlo a passeggio ogni sera!", ha detto. Mio padre ha provato a dargli energia. Il cane ha acceso le camere oculari.

Tags: 

7 - Nei miei ricordi (di PolverediGhiaccio) - FC

“Stringi la mia mano, non lasciarla. Non lasciarla! Ti tengo io, non temere, ce la faremo! Resisti! Guardami. Mi senti? Non chiudere gli occhi! Non farlo, resta sveglia con me. Non ti lascio andare! Non ti lascio...”

Seconda Terra, anno 122 dalla fondazione. Terza stagione.

Tags: 

6 - Esdra (di ValentinaCarta)

“Buongiorno signor Esdra!”
Salutò cordialmente la proprietaria della macelleria. Per tutta risposta lui la guardò con disprezzo e borbottò:
“Può anche smettere di fingere di essere contenta di vedermi.”
La signora Seel fece spallucce e tornò al lavoro.
“Magari per lui è una giornata no – disse un cliente – solitamente quando lo incontro non si comporta così.”
“Non saprei – disse Seel – a volte sembra così cordiale, altre è di umore talmente nero che fatico a credere sia la stessa persona del giorno precedente.”

Tags: 

5 - The final cut (di Creattiva)

Gli risero in faccia. Non avrebbe corso più veloce del tempo, dicevano. E ridevano. Lui, che nella sua vita aveva imparato solo a correre, non lo sopportò. cominciò a correre e la gente rideva dell'uomo che correva dietro al tempo. E più ridevano e più piangeva, più piangeva più andava veloce e quando il tempo lo vide superarlo si arrabbiò come non mai. Questa è la storia del tempo che prendeva forme orrende per dar la caccia all'uomo che lo umiliò.

Tags: 

1 - Ostum (di Alen Grana)

Ostum non aveva nemici. Ostum non aveva amici. Tutti, dico tutti, non mancavano mai di salutarlo per la strada. Tutti, dico tutti, non lo lasciavano mai solo per una birra o per un caffè, al bancone della taverna. Ostum viveva annoiato tra le riverenze. Ostum il combattente. Ostum non combatteva più, non aveva rivali. Ostum imparò la magia, sputò su tutti i suoi incantesimi perché tutti i suoi incantesimi venissero al mondo per rivoltarglisi contro.

Non gli si poteva negare nulla, nemmeno la morte.

Tags: 

Pagine