Jeremia DeepBottom Steampton

Lord Talnish II

Voi cosa avreste fatto al posto del nostro Lord Talnish III? Un uomo costruito. Un personaggio nato morendo a cui è stato fatto il piacere di poter aspettare il suo momento in eterno. E se fosse stato quello il suo momento? Se avesse sempre aspettato in quella, la fine del suo attendere? Domanda stupida lo ammetto. Forse però non siete voi Lord Talnish III. E se vi dicessi che anche per voi questa potrebbe essere la domanda più concreta della vostra vita. Toglietevi il cuore che vi batte nel petto. Levati i polmoni che vi alimentano.

Braun LeRoi - II

L’Ottavo Distretto della città bruna si distingue dagli altri per la sua decadenza.
Non che tutto il resto sia brillante e allegro, ma quel distretto lì è proprio la cricca della cricca.
Un po’ come quegli ingranaggi poco oliati che perdono la propria lucentezza e, con l’andare del tempo tendono ad arrugginirsi gracchiando e cigolando quando si mettono in funzione.
Qui è tutto color ruggine: dalle insegne dei pochi negozi alla pavimentazione della strada.
E sopra…

Gwendolina Asheley

“ Adagio con la fune, miss Lovelia! Avete le mani di burro! Giù piano, vi dico o mi spiaccicherò sulla testa del bottolaio ! Ehi, mister Depbottom o come diavolo vi chiamate e voi Mr. Scarafaggio, mettete fuori la testa da quel vostro buco e godetevi la vista assolutamente eccezionale di Gwendolina Asheley che piomba dal cielo in tutta la sua bellezza! Dico a voi, miss Rosaleen fate uscire un po’ di gas se non vi dispiace! Tenete il vapore costante! Occhio al vento! E oplà!

Lord Talnish III illustrissimo, pretendente al trono di lord Talnish I il gigante, sovrano del regno di Lussuria del nord, sovrintendente al regno di Manila dell'ovest e al regno di Gor dell'est, gran visir delle terre di Coran del sud

Buona sera. Lei deve essere mr. DeepBottom il bottolaio. Sa di essere un personaggio curioso? ho sentito spesso parlare di lei mio caro vagabondo. E questo? questo nn può che essere il suo onorevole carretto, non le disdegno che mi insospettisce assai, mi stuzzica e mi incuriosisce. Un nome ce l'ha? dovrebbe e se lo desidera potrei farle omaggio di un nome interessante, di quelli comuni e allo stesso modo inusuali evocativi e impersonali e magari perché no anche di un età di un carattere e di una magica personalità. Lei è un personaggio interessante Jeremia e le voglio fare una proposta.

MARY DUMBGEAR

Mi avvicino alla piazza. Mamma mia quanta confusione!
Passare è impossibile, ma devo tentare. Sono certa che solo il signor Steampton ha quello che fa per me.
Prendo un respiro profondo e mi immergo tra la folla. Scanso gomiti, spingo schiene, pesto piedi. Qualcuno protesta, ma quando vede che sono io, Mary Dumbgear, si zittisce e si fa da parte.
Giungo davanti al carro e osservo la mercanzia. Ingranaggi e marchingegni di ogni tipo mi fanno sperare che ci sia qualcosa per me.

Papera Assassina

- Il mio nome è papera assassina, avete qualcosa per me? Qualcosa di brillante e prezioso? - Vogliate attendere qualche minuto, Milady, sono quasi subito da Lei! -
Io sono in trepidante attesa, ma se fossi in voi non farei tanto aspettare una donna... Spero che questo aspettare mi porti almeno qualcosa di buono... Vorrà dire che per ingannare il tempo mi diletterò a suonare il mio trombone a tiro.

Jean Baptiste Fontaine, noto Geitzerber

“Francese alla nascita ma alemanno d’adozione,
lo corto nome mio risale a ingegnosa operazione.
Al secolo, Jean Baptiste Fontaine, troverete sui documenti impresso,
ma per gli amici Geitzerber : quello che dà il tempo, lo accordo spesso.
Lasciamo i versi ai poeti di professione e veniamo al nocciolo della questione.”

 “JEREMIA DEEPBOTTOM STEAMPTON, SIORI, IL BOTTOLAIO MAGICO! OGNI OGGETTO VI RUBERA’ LA VITA, OGNI OGGETTO VE NE RESTITUIRA’ UNA NUOVA! JEREMIA DEEPBOTTOM STEAMPTON, IL BOTTOLAIO MAGICO, ORA E’ QUI PER VOI!”

Gionash Rinbowseek

Nonostante la testa fosse più grossa di quella delle persone assiepate attorno al carretto, non arrivava che alle loro spalle. “Villani, fate passare, non vedete che sono qui dietro?”
Un uomo e una donna si voltarono e guardarono in basso. Gionash alzò lo sguardo sull’uomo, i due occhi piccoli e vicini alla punta del naso schiacciato, brillavano anche dietro gli occhiali tondi. Li strinse, mentre la bocca larga nel testone quadrato si arricciò in un ringhio: “Sono Gionash Rinbowseek, ispettore di terza classe. Fatevi da parte, devo vedere.”

Pagine