FLASHBACK IN GIALLO

Non oltrepassate il punto descritto. Fate qualche passo indietro e diteci, senza intaccare il mistero ma costruendo l'ossatura per un giallo, come il personaggio è finito lì.

Regolamento

Art.1 - Il punto.

Con un bottone in mano e un gatto bianco nell'altra, sotto schizzi e strisciate di sangue, immobile suda in disperato far di conto. Le prime mosche accorrono all'odor del pasto e ronzano disturbate dal dondolio nervoso della folta coda del felino. Placido e indifferente sul braccio non si cura del disordine, delle chiazze, degli schizzi ematici che tappezzano di nuovo colore un soggiorno abbandonato dalla luce di un tardo pomeriggio di agosto. Sta comodo e gli va bene, d'altro non si cura. Con un bottone in mano e un gatto nell'altra, lei cerca una luce razionale ma il cervello s'è fatto di pietra. Disperata cerca un corpo, un morto, qualche pezzo. Dentro un soggiorno gravido di mobili capovolti, sangue, cassetti rotti, vetrine in frantumi e... sangue, ve l'ho detto!, null'altro di morto o morente. Tre uova intatte dormicchiano su un cuscino.

D'un tratto s'accorge che il problema non è il disordine, non è il sangue, non è l'assenza di un Corpo morto, non è un gatto sconosciuto, non sono tre uova intatte in mezzo alla rovina. Lei quel salotto non lo conosce, quella casa non sa di chi sia. Sarà la prima domanda che il suo cervello le rivolgerà appena riuscirà a sbrinare: Perché sei entrata qui dentro?

Art.2 - Oltre questo passaggio non osiate andare. Perché al momento non ci interessa. Non ci interessa neanche la soluzione di un mistero. Avete la concessione di innestare sospettati, ma non osiate renderci la prospettiva di una soluzione! Vogliamo sapere solo come la protagonista sia finita lì. Curiosi di scoprire quante soluzioni inaspettate siete in grado di immaginare.

Art.3Potete inserire il numero e la tipologia di personaggi che vi pare, se vi sono realmente utili. Non provate a anticipare un seguito, perché è dal contesto che nasce una buona storia. Affrettatevi a dare soluzioni e avrete fallito.

Art.4 – Il testo della seconda tappa del gioco deve rientrare tra un minimo di 6000 e un massimo di 16000 battute (spazi compresi).

Art.5 – I testi devono essere consegnati a info@lapiccolavolante.com entro e non oltre le ore 23:59 del 21 dicembre 2018.

Art.6 – I testi verranno pubblicati su LaPiccolaVolante.com, e potranno essere votati dagli utenti. Tutti i votanti hanno l'obbligo di scegliere almeno tre testi e votarli in ordine di preferenza con 1, 2 e 3 asterischi (*,**,***): 3 per il testo preferito, 2 per il secondo testo e 1 per il terzo testo preferito.

Non oltre le ore 23:59 del 10 gennaio 2019. La singola preferenza al solo testo preferito non verrà presa in considerazione. Per votare i racconti, dovrete fare il login sul sito. Avvisiamo: non terremo conto dei voti inseriti come commenti su cosobuk e altri social. Partecipate. Chi racconta non ha bisogno di stelline, ma consigli.

Art.7 – Come sempre, non ci interessa che arriviate a dare una soluzione alla storia, una fine. Ci interessano i modi e il soggetto. Non trascurateli per dirci a tutti costi come finisce la storia. Se saprete convincerci, presto o tardi ve lo chiederemo noi.

Art.8 – Le decisioni dei graduati della LPV non sono in alcun modo discutibili.

Art.9 - Con eccezione del numero delle battute concesse, gli articoli del regolamento che segna le linee generali del comportamento qui a LaPiccolaVolante rimangono valide.

Benvenuti!

Benvenuti nel laborario di scrittura LaPiccolaVolante!

LaPiccolaVolante è il nome della nostra nave pirata, la leggendaria ammiraglia-satellite su cui viaggiamo. Una nave castellomorfa (se non ci credi guarda il nostro logo), che traccia la scia sulla rotta d'un mondo nuovo fatto di spostati, stanchi del mondo spento. Non abbiate paura, non esitate, non vergognatevi di partecipare ai nostri giochi di scrittura.

Mercanti di storie, siamo, non di premi. Non ci serve che siate i migliori scrittori, non ci serve che siate i migliori studiosi.

Ci serve che la sera quando tornate a casa, sentiate il bisogno di una storia e non della televisione, che un mondo tutto vostro accendiate. Quanto non conoscete, ve lo insegneranno gli altri, a bordo, quanto saprete, lo insegnerete agli altri, a bordo. Se prima d'ogni bravura, anche per voi, c'è il sorriso di chi una storia vuole sentire o raccontare...

Restate a bordo di LaPiccolaVolante!

SCOPRI I GIOCHI ORMAI GIOCATI