L'ora del Bove

"Secondo l’antico sistema giapponese di contare il tempo, l’ottava ora, yatsudoki, corrispondeva alle nostre due del mattino. Ogni ora giapponese era uguale a due ore europee, così che c’erano soltanto sei ore al posto di dodici: queste sei ore venivano contate alla rovescia, cioè 9, 8, 7, 6, 5, 4… Così l’ora nona corrispondeva al nostro mezzogiorno o alla nostra mezzanotte, le otto e mezzo erano la nostra una, le otto le nostre due. Le due di mattina, dette anche l’ora del bove, erano l’ora giapponese degli spiriti e dei fantasmi”.

Sapete come la pensiamo. Raccontare è per prima cosa Ricerca. La prima cosa che una Storia pretenderà da voi è che voi "sappiate", "conosciate" abbastanza per poterla vestire bene.
Allora, ancora una volta vi mandiamo in caccia di cose nuove. Fantasmi, demoni, piccoli dispettosi, spiritelli, tutti della tradizione popolare giapponese. Ma, no, non vi venga in mente di raccontar che avete visto, catturato, stretto amicizia con uno di loro. No, quel demone, sarete voi, Allora...

I Demoni:

 

Storia di una sera

Poco prima dell'alba

L'Eden dimenticato dal mondo

Kirin

Akaname

 

 

Regolamento

 

Art.1 – Il testo deve rientrare tra un minimo di 8000 e un massimo di 16000 battute (spazi compresi)

Art.2 – I testi devono essere consegnati a info@lapiccolavolante.com entro e non oltre le ore 23:59 del 30 gennaio 2016.

Art.3 – Dovrete andare a cercare nel labirinto delle tradizioni nipponiche, un demone, fantasma, spirtito, folletto che sia, e cercare quante più notizie su di lui. Come si muove, quando si muove, cosa gli piace, di cosa si occupa o a chi si dedica. Quanti più particolari scoverete, meglio il vostro personaggio saprà interpretarlo.

Art.4 – Non presenterete, durante la narrazione, il demone in questione. Vi è vietato nominarlo, utilizzare la figura della creatura per raccontare questa storia, perché siete obbligati a raccontare la storia di un uomo. Due braccia, due gambe, nel caso un bel o un brutto seno, comunque sia una persona insomma. A quel personaggio, senza dubbio umano, dovrette cucire sopra i modi, le abitudini, i vizi, le aspirazioni, la gestualità della creatura che avrete scelto. Nella figura di un uomo dovrete innestare quanti più particolari possibili appartenenti alla creatura presa dalla cesta delle tradizioni nipponiche.

Art.5 – No distopie. Non accetteremo in gara nessuna forma distopica, nessun futuro incerto, imperfetto, Tecnocratico. Il mondo è dovrà essere quello che vivete ora, o quello che altri han vissuto prima, ma in quest'ultimo caso, vi consigliamo un ulteriore ricerca e tanto studio a riguardo.

Art.6 – Come sempre, non ci interessa che arriviate a dare una soluzione alla storia, una fine. Ci interessano i modi e il soggetto. Non trascurateli per dirci a tutti costi come finisce la storia. Se saprete convincerci, presto o tardi ve lo chiederemo noi.

Art.7 – Alla fine del racconto (ma non contatele tra le battute disponibili, è una nota aggiuntiva) aggiungete una piccola descrizione della creatura che avete preso come modello.

Art.8 – Le decisioni dei graduati della LPV non sono in alcun modo discutibili.

Art.9 – I testi verranno pubblicati su LaPiccolaVolante, e potranno essere votati dagli utenti. Tutti i votanti hanno l'obbligo di scegliere almeno tre testi e votarli in ordine di preferenza con 1,2 e 3 asterischi (*,**,***): 3 per il testo preferito, 2 per il secondo testo e 1 per il terzo testo preferito. Non oltre le ore 23:59 del 15 febbraio 2016

La singola preferenza al solo testo preferito non verrà presa in considerazione.

Art.9 - Con eccezione del numero delle battute concesse, gli articoli del regolamento che segna le linee generali del comportamento qui a LaPiccolaVolante rimangono valide.

ATTENZIONE:
LPV NON organizza premi letterari, concorsi letterari o tutte quelle robine che a vincerle vi mandano in panne il cervello convincendovi scrittori! NONONO!

veniate a bordo per giocare! Imparare e dare consigli!
Per il più piccolo approccio violento, Noi vi cacciamo. Per ogni atteggiamento offensivo, Noi vi cacciamo.

Fate manovre torbide al momento delle votazioni, e noi vi cacciamo! Richamate il favore di amici o debitori di voti, e noi vi cacciamo.

Pubblicate qualcosa di non inedito e noi vi cacciamo. presentatevi “Io sono scrittore!” e noi vi ridiamo in faccia poi vi chiederemo di levarvi dalle balle.
Mostrate medaglie, onori o “pavonerie” simili e finisce come sopra.

Vi avvisiamo: Autori a pagamento? Editori a Pagamento? Per cacare tanto è sempre in fondo a destra!

Buon gioco!

Benvenuti!

Benvenuti nel laborario di scrittura LaPiccolaVolante!

LaPiccolaVolante è il nome della nostra nave pirata, la leggendaria ammiraglia-satellite su cui viaggiamo. Una nave castellomorfa (se non ci credi guarda il nostro logo), che traccia la scia sulla rotta d'un mondo nuovo fatto di spostati, stanchi del mondo spento. Non abbiate paura, non esitate, non vergognatevi di partecipare ai nostri giochi di scrittura.

Mercanti di storie, siamo, non di premi. Non ci serve che siate i migliori scrittori, non ci serve che siate i migliori studiosi.

Ci serve che la sera quando tornate a casa, sentiate il bisogno di una storia e non della televisione, che un mondo tutto vostro accendiate. Quanto non conoscete, ve lo insegneranno gli altri, a bordo, quanto saprete, lo insegnerete agli altri, a bordo. Se prima d'ogni bravura, anche per voi, c'è il sorriso di chi una storia vuole sentire o raccontare...

Restate a bordo di LaPiccolaVolante!

SCOPRI I GIOCHI ORMAI GIOCATI

METEOSPAM di LordVonCriceto

E per ora è tutto. Finito. È servito? Fondamentalmente no. Qualsiasi cosa abbiate fatto, pensato, detto, manifestato, sbandierato, no. Il Nonno lanciava una pallina giù per la discesa. Un gatto seguiva la pallina giù per la discesa, un cane seguiva il gatto che seguiva la pallina giù per la discesa. La padrona del cane seguiva un cane che seguiva un gatto che seguiva una pallina giù per la discesa.

METEOSPAM di LordVonCriceto

E nel frattempo c'han detto che per rispetto, per sano senso di quel comun sentito, perché da soli non facciam la differenza, ma ci sopportano com'un'opinion molesta, sarebbe stata cosa assai gradita, s'avessimo taciuto il dilagar d'offesa alla comune di rosso pagan vestita. E noi voltammo terga per guardare altrove, e fare finta che un angolo nascosto fosse 'l mondo d'un ragionevole buon senso. Ma quell'angolo di vergine pensiero, pura ragione, era oramai sparito.

METEOSPAM di LordVonCriceto

Bene tornati, coraggiosi, voi che proseguite lungo il binario di questo insulto alla produzione editorialculturale dei tempi impegnati moderni! Benevenuti, voi che nonostante il mondo viva convinto della necessità di pronunciare male qualche consonante o scrivere due canzoni del cazzo o evadere il fisco in motocicRetta per meritare una laure... Come? Funziona davvero così? Eccheccazzo allora benevenuti, Siori e Siore in un Paese demmerda! E se c'avete creduto davvero che anche la classe operaia vada in paradiso, siete dei perfetti minchioni!

METEOSPAM di LordVonCriceto

Salve e bene tornati i coraggiosi. Siamo sulla soglia. Dicono che moriremo tutti. Dicono anche che se c'è caldo devi bere tanta acqua. Dicono che se c'è freddo devi vestirti abbondantemente. Dicono che il freddo non è poi così male, è l'umido. Dicono che se il mare è agitato non ci si deve tuffare. Dicono che se il mondo è povero è perché c'è un mondo troppo ricco. Dicono che le guerre sono fatte per acquisire potere. E che la palla è rotonda. Minchia che mondo di geni! Rigurgiti di intuizioni sublimi in ogni dove! Sbava di meno un bimbo ai primi dentini.

METEOSPAM di LordVonCriceto

Bene tornati Siori, Bene venute, Siore. C'è 'n sacco di Gggente che ha una soluzione. Ma nessuno che pensi che se il problema è uno, forse forse, di tutte 'ste soluzioni ce ne facciamo 'na pippa. Soluzioni verdi, soluzioni ecocompatibili, risoluzioni sociali, chiavi economiche, guide nutrizionali, sentite sentite!, soluzioni contro il dilagare delle religioni sbagliate!

METEOSPAM di LordVonCriceto

E in un mondo in cui qualunque cosa mangi, dopo che la mangi, ti dicono che ti ucciderà, mentre provate a salvarlo, ma per salvarlo mangiate solo foglie che per coltivarle non c'è spazio, e per non uccidere niente, uccidi tutti deforestando, finché non diranno anche della soia che ti porterà alla morte, come se ci fosse qualcosa che non ti accompagni alla morte, mangeremo peli di gatto. Ricrescono in abbondanza e non devi uccidere nessuno. Cagheremo peli di gatto. E fu così che il Nonno smise di guidare.

METEOSPAM di LordVonCriceto

Bungiorno, o buonasera, o quandunque deciderete di leggere, se mai deciderete, chissà. “Carezza quel cane!”. Tutto prosegue come peggio può proseguire, piovere non piove, so' tutti felici del sole e non s'accorgono che piano piano rinsecchiscono come lumache sul sale. “Carezza quel cane!”. Ma che ci frega! Da che il mondo è mondo, sempre l'omo ha preteso la parte più comoda, e 'fanculo le conseguenze. Al sole si sta bene, allora tutto è bene. No? “Carezza quel cane!”.

Pagine