Biografantasy

Tricolore di seta (di EntulaPili)

L’umile dimora di Rue Cambon era ricoperta di quadri e fotografie che raffiguravano una donna fuori da tutti gli schemi e dal tempo, tanto audace da farsi immortalare con le gambe scoperte sino alle ginocchia. I pochi specchi erano stati coperti da teli di velluto. Ciò che gridava quell’ambiente era un elogio alla gloriosa bellezza che aveva il dovere di restare eterna e censura a quello che gli anni si erano severamente portati via. L’egocentrismo della padrona di casa imperava in tutte le stanze e Marco entrò in quella che il conte Sforza gli ordinò di mettere a soqquadro.

Thomas Bond e l’anima di Whitechapel (di Pilgrimax)

Giro l’angolo sbucando su Whitechapel road, tra la chiesa e il cancello di Mile-end. La mia ombra trema, deve essere lo sfarfallio del lampione a gas. Oppure sono io. La luce della luna non riesce a penetrare nella nebbia. Forse preferisce stare alla larga da Whitechapel.

Chi sei Jack? Chi diavolo sei?

Sono passate due settimane dalla richiesta di Sir Robert e ancora non ho un’idea chiara sul tuo profilo. Non si dica che il dottor Bond perde colpi.

Jung (di AlessandroVerrusio)

Il vento fresco della notte filtrava timidamente nella camera da letto. Un'ampia finestra semiaperta faceva filtrare la luce della luna all'interno della camera, riflettendo le ombre sulla parete opposta. L'arredo era di stile gotico, e il letto a baldacchino, con la sua sottile e leggera tela diafana, giocava con la luce e le ombre, dando alla stanza un'aria sinistra e spettrale. Una valigia aperta giaceva ai piedi del letto.

Il Piacere (di Kriash)

Quindi è così che si muore?

“Luisa, corri, presto!”

Così. Eppure cosa potrebbe fare davvero una caduta da cavallo?

“LUISAAAA!!!”

“Cosa accade, di grazia?”

“Chiama tutti… la servitù… il medico… chiama… chiamali! DAI!”

Le braccia di mio padre sono sempre state così forti? Mi stringono. Mi alzano da terra. Si sporcano di rosso.

“Gabriele guardami. GUARDAMI!”

Il mercante di morte (di AlePilloni)

“È probabile che le mie fabbriche di dinamite portino alla fine della guerra più rapidamente dei vostri congressi. Il giorno in cui due armate si annienteranno reciprocamente in meno di un secondo, tutte le nazioni civilizzate probabilmente inorridiranno e scioglieranno i loro eserciti".

Questa è la storia del Mercante di Morte. Di come egli donò all’umanità le armi più potenti, di come la portò sull’orlo del baratro e di come la salvò dalla distruzione.

 

San Pietroburgo, 1843.

Aton unico Dio (di Edera82)

Arrivarono nella nuova città di mattina presto, così che il fresco la rendesse ancora vivibile, il popolo cantava e sembrava lieto ma lei sapeva che ben presto i canti si sarebbero trasformati in proteste.

Il sito dove si decise di far nascere Akhetaton era stato scelto solo in base ad una stupida immagine, le colline che facevano nascere il dio Aton ricordavano le porte della terra. Che stupidaggine, una donna pratica come lei non si sarebbe mai fatta fuorviare da un vecchio papiro ma, a quanto pare, suo marito sì.