METEOSPAM di Lord Von Criceto

Non avevano idea di cosa si sarebbero trovati di fronte. Perché era buio pesto e se non sei un gatto o un animale tipo gufo o cose così, ma se sei solo un fottuto sfigato dall'appeal sessuale di una cocciniglia, non vedi un cazzo, sbatti sugli alberi, inciampi sulle radici, rotoli per le scarpate, finisci sui rovi, bestemmi, imprechi, che l'idea di una madonna di lampada era mica da scartare solo perché poi la luce avrebbe nascosto gli spettri. E allora in piena montagna, intorno a un rifugio degli anni settanta, utilizzato da senza tetto e animali selvatici tipo casapoundisti superati in nozionistica e istruzione anche dai coleotteri rinoceronte, cadi, sbatti sugli alberi, rotoli per i pendii, la finisci con la mano sul culo di quello che ti sta di fronte e se sei fortunato ti fai una scopata con il tuo amico, ma se sei sfortunato è una tua amica a cui avevi giurato “è solo per la scienza paranormale” ma le hai messo una mano sul culo perché non ci vedi un cazzo, quella si incazza e ti picchia con una martora che passava di lì e non poteva credere che un branco di uomini girasse senza vedere una beata minchia di nulla per la montagna fracassandosi su ogni roccia, radice, dentro ogni burrone perché le martore lo sanno che la prima cosa per un animale intelligente è la conservazione della specie. E allora non per farsi meno male possibile, la martora impugna tipo un coniglio così mentre la donna che hai molestato prova a picchiarti con una martora, è una martora che ti picchia con un coniglio che pensa che porcomondo passava di lì solo per caso e allora si indispettisce e afferra una una cornacchia che neanche lei di notte le va di fare tanti giri quindi dormiva, e pensate quanto si incazza ad essere svegliata per picchiare contro un coglione che gira di notte in montagna senza vedere una beata minchia! Allora prende un riccio che cominciava a mangiarsi i pezzi di carne che si accumulano sotto ai tuoi piedi e ti picchia col riccio e non prova dolore o fastidio a esser utilizzato per farti del male, ma tanto per dare spettacolo afferra una pietra e ti picchia con una pietra. Tu, cazzo, provi a chiedere aiuto, ma cazzo, i tuoi amici investigatori provano a riprendere qualcosa nel buio più pesto, che pensano che si tratti di un'apparizione paranormale. A voglia di provare a spiegarglielo che una donna ti sta picchiando, perché loro vedono solo un riccio che ti picchia con una pietra, perché la filiera è diventata così lunga che la ragazza che avevi invitato solo per la scienza paranormale, ma alla quale hai toccato il culo, ora agita la martora dalla finestra di casa.
Ma un riccio che ti picchia con una pietra è un materiale che fa un sacco di rumore e finisci sui giornali come per il mostro del lago e laggente ci crede perché è una cosa che la scienza non può provare e allora puoi metterci tutta la tua opinione da cercopiteco.

 

“Che cazzo ci fate in televisione e sui giornali locali??”, chiese La Nonna. “Abbiamo ripreso un riccio sassaiolo satanista che aggredire Frasca!”, Il Nonno. “Ma che minchiata è? Si vede benissimo che quello è Fascione vestito con un pisolone che prende a pietrate Frasca!”, La Nonna. Ma il Nonno fece spallucce, “Che cazzo credi che un riccio sia capace di prenderti a sassate?”, “Ma cazzo questo scrivono nei giornali!”, “Perché questo noi gli abbiamo detto! Abbiamo le foto!”, “In questa foto c'è Fascione vestito con un pisolone!”, “Noohoo! Cosa c'è scritto?”, La Nonna lesse la didascalia. “Riccio sassaiolo satanista!”, “E allora?”, “Allora credo che questo mondo meriti persone come te.”, ma il Nonno drizzò il dito, “No! Sono io che merito i soldi di un mondo più stupido di me!”. “La prossima volta cosa tirerete fuori?”, “il demone dalle otto vagine!”, “Ho paura!”.