Condiversioni - II edizione

Ci sarà sempre chi continuerà a ripetere d'essersi fatto da solo. La mamma dei bugiardi è un poco come quella dei cretini, non ci possiamo fare molto! Ma da noi funziona esattamente al contrario: si cresce bene solo se ci sono altri come noi a contribuire alla nostra crescita, come noi costribuiremo alla loro. Allora vi chiamiamo a rinunciare ad una vostra intuizione, una vostra creatura, poggiarla sul tavolo e lasciare che sia un altro cantastorie a crescerla.

 

Questo gioco si svilupperà in due tappe.

 

Tappa n.1:  per partecipare dovrete confezionare un soggetto di massimo 500 battute, spazi compresi. Dovrete dare un nome e tracciare un profilo al vostro personaggio, accennarne uno scopo o innestarlo in un mondo ricco di spunti. Poi dovrete abbandonarlo. Non racconterete più di questo personaggio, sarà un altro a farlo. Il soggetto va consegnato alla mail info@lapiccolavolante.com entro e non oltre le ore 23:59 del 29 febbraio 2016.

Tappa n.2: dopo il 29 febbraio inseriremo i soggetti nel sito e sceglierete uno dei personaggi/soggetti tra quelli ceduti dagli altri giocatori per cominciare a raccontare. I soggetti vanno prenotati tramite i commenti della pagina e ogni soggetto può esser scelto da un solo giocatore (chi arriva prima). Il racconto con il soggetto scelto seguirà poi le linee guida generali dei nostri giochi di scrittura.

TAPPA N.1 SCEGLI L'INCIPIT!

Per partecipare bisognerà scegliere uno fra gli incipit (escluso quello scritto dal giocatore, ovviamente) tramite lo spazio dedicato ai commenti. Un solo incipit per partecipante. Chi arriva prima se lo porta via e l'incipit verrà segnato come indisponibile. La seconda tappa comincerà una volta scelti tutti gli incipit. Consegna dei racconti 23:59 del 15 marzo 2016. 

SUL PODIO DORATO DELLE CONDIVERSIONI:

Cyfer

Le altre Storie

L'uomo lupo

Maria - Mutazioni

Wim - Verso Babilonia

Edward

Gli incipit

1. Abraham

Mi chiamo Abraham. Nome del vecchio secolo, eh?
Quella rossa.
Usava nel 2100. Ma io vengo da là: ne ho più di 90.
Blu piccola, poi la verde.
Lo so, ho l’aspetto di uno di voi di 40. A meno di tutte le cose che vi spuntano, a voi genetovoluti.
Rosa…
Sono un farmacovoluto. Più sano, più forte; più. Grazie alle pillole.
…e la gialla.
Quasi tutti ghettizzati, tranne me: un poliziotto, caccio chi di voi “passa di là”, come dite.
E smettila di guardarmi così, lo so, ne sono schiavo; non bello “bio”, come voi.

2. Cyfer

Cyfer è il classico tipo che usa le orecchie per vedere e gli occhi per ascoltare.
Questo non perché sia stupido o perché adori essere più odiato di una blatta rediviva.
Lui ama osservare le reazioni degli altri di fronte al suo cinismo, alla sua inopportunità.
Di fronte al suo essere così dannatamente bravo nel dare sempre la risposta più irritante senza mai adirarsi.
Perché così è stato programmato. È un robot.
Studiato esclusivamente per una cosa: scovare i punti deboli di chi ha davanti.
Finché...
(preso da MasMas)

3. Ed

Quando Ed arrivò al paese della collina era venerdì. Come ogni scrittore alla canna del gas aveva mal di testa, gli occhi incollati dal sonno e debiti che non lo mollavano. Il paese era il luogo perfetto per illudersi che sarebbe riuscito a scrivere qualcosa: tre case, un emporio e noia a pacchi. Un fiume in secca si sbriciolava al sole. Ed aveva le chiavi della casa con le pareti di tufo e il ponte davanti all'ingresso; la stessa che si diceva nessuno arrivasse a pagare la prima rata d'affitto. (prenotato da DK tramite fb per problemi di fuso-orario italo-giapponese)

4. Il WormHole

È nato da un meticcio Zoroastriano abbandonato in un rione di Galassia 354 e una mignotta Plutasianaverdesmeraldo del quarto anello di Saturno, in una notte che non doveva esserci, in un lasso di tempo che avrebbe potuto non esistere. Un essere pandimensionale in grado di viaggiare indisturbato nello spazio-tempo: ha la forma di un titanico lombrico e il colore di una galassia in via d’estinzione, si nutre di carcasse e pattume spaziale, odia la vicinanza di altre creature viventi e si diverte a viaggiare nello spazio-tempo per incasinare il corso della Storia. (scelto da Zan)

5. Jack

Ci risiamo! Posso sapere perché quando c’è da festeggiare il mio compleanno, mi ritrovo in mezzo a una pioggia di pallottole?
Dovrei essere fra le tette di Louise La Smandrappona! Dovrei essere ubriaco fradicio e cantare canzonacce sconce! Dovrei spegnere le candeline sulla torta!
Invece mi ritrovo dietro a una fottuto barile di… cosa cazzo è? Baccalà! Sono dietro a un fottuitissimo barile di fottuitissimo baccalà! Jack, vecchio mio, sei proprio messo male…
(scelto da Krypto)

6. Maria

Chiamatemi Maria, per una questione di comodità, più che altro. Sono stata tutte quelle bambine che avete conosciuto nei libri. Ho inseguito conigli bianchi, scoperto giardini segreti, inventato il gioco della felicità, partorito  senza macchiarmi del peccato originale, avuto relazioni scandalose con un uomo maturo... Di avventure ne ho davvero da raccontare! Mi avete dimenticata, relegata in un angolo della memoria. Sono ancora qui, ho ormai trent'anni ma non ho perso l'abitudine di fantasticare. Sono nei guai: temo di essermi persa in un romanzo che non mi appartiene... (scelto da Alessandro)

7. Marphe

Marphe è un troll.
Ma non uno di quelli delle favole, no. Un troll informatico che semina malcontento e odio gratuito sui forum e sui social. Da quando è stato radiato dal suo forum di botanica preferito, ha pensato di vendicarsi con la rete. Il problema è che ha pestato i piedi a una persona di troppo.
La busta che si vide recapitare a casa quella mattina era senza mittente, bianca, quasi intonsa. Nel foglio interno vi era scritta una sola frase: “Stiamo arrivando!”.

8. Wim

Vagavo come un pezzetto di paglia , di fronte a me la frontiera fra una sabbia fumosa e una strada senza fine. Mi venne in mente Zaratustra, la dominazione dell'uomo sul tempo. Mordi il serpente! Mordi il serpente! Urlavo al nulla. L'assenza era la forza regnante intorno a me. Wim! Wim! Sentii urlare… Quel nome, come una pallottola urlante che ti colpisce dritta al cervello proprio quando non te lo aspetti. Mi girai. Il vuoto. Il sole cocente. Me. La strada. La polvere che irritava il mio naso. Un Ancoraobiettivo: trovarla e ucciderla.  (scelto da SchiumaNera)

9. L'uomo lupo

Era l'uomo che ululava alla luna. Era l'uomo che per metà era un lupo. Poi arrivarono quelli con più cognizioni scientifiche e dissero che era un uomo con quella sindrome strana che ti fa crescere peli su tutto il corpo, e non scartarono però che avesse artigli di sedici centimetri. Poi la voce del popolo lo raccontò, in corsa sui tetti, a caccia nei vicoli. Dicevano che non c'era porta che ti salvasse, se decideva di mangiarti il cuore e il fegato. Si divertiva ad ascoltare i cacciatori della bestia, i racconti del mostro che masticava il cuore alla gente. Ma lui portava un cappotto marrone, non sembrava un lupo: è così che uccideva gli stupidi. (scelto da Sasha)

 

Art.1 – Il testo deve rientrare tra un minimo di 8000 e un massimo di 16000 battute (spazi compresi)

Art.2 – I testi devono essere consegnati a info@lapiccolavolante.com entro e non oltre le ore 23:59 del 15 marzo 2016.

Art.3 – Non imponete una fine. Presentate il personaggio e il mondo in cui affronterà la sua storia. Potrete accennare una trama, ma non potrete impedire a chi adotterà il vostro personaggio di fargli cambiare strada.

Art.4 – Non potrete cambiare il sesso, il nome, le abitudini del personaggio che sceglierete per voi. Se adotterete un personaggio che ama i dolci, non gli farete scegliere un trancio di pizza al bancone della tavola calda, per intenderci.

Art.5 –  I proprietari dei soggetti originali rimarranno anonimi fino alla pubblicazione dei racconti. Durante letture, votazioni e commenti, è vietata la formula "hai sbagliato, questo non era il mio soggetto." Una volta posto sul piatto, il soggetto è di chi lo prende e la chiave con cui verrà intepretato sarà sicuramente diversa, ma non "sbagliata".

Art.6 – Come sempre, non ci interessa che arriviate a dare una soluzione alla storia, una fine. Ci interessano i modi e il soggetto. Non trascurateli per dirci a tutti costi come finisce la storia. Se saprete convincerci, presto o tardi ve lo chiederemo noi, di finirla. 

Art.7 – Le decisioni dei graduati LPV non sono in alcun modo discutibili.

Art.8 – I testi verranno pubblicati su LaPiccolaVolante, e potranno essere votati dagli utenti. Tutti i votanti hanno l'obbligo di scegliere almeno tre testi e votarli in ordine di preferenza con 1,2 e 3 asterischi (*,**,***):  3 per il testo preferito, 2 per il secondo testo e 1 per il terzo testo preferito. Non oltre le ore 23:59 del 25 marzo 2016

La singola preferenza al solo testo preferito non verrà presa in considerazione.

Per votare i racconti, dovrete fare il login sul sito e votare commentando direttamente sul sito (sulla pagina del gioco o del singolo racconto). Avvisiamo: non terremo conto dei voti inseriti come commenti su Cosobuk e altri social. Partecipate. Chi racconta non ha bisogno di stelline, ma consigli.

Art.9 - Con eccezione del numero delle battute concesse, gli articoli del regolamento che segna le linee generali del comportamento qui a LaPiccolaVolante rimangono valide: non accettiamo testi razzisti, sessisti o discriminatori.

Commenti

Ritratto di SashaBreath

Buona creatività a tutti :)

Ritratto di LaPiccolaVolante

Eh che rapidità ! Uomo lupo eliminato dai disponibili!

Ritratto di Schiumanera

Wim. Me gusta Wim. Lo prendo io :)

Ritratto di Krypto

Io scelgo Jack!

Ritratto di Barbara78

IO! IO!
WORMHOLE!!!
IO!
IOOOOO!!!

 

Ritratto di LaPiccolaVolante

Bene, un tipico esempio di rapimento di personaggi vicendevole Jack & WormHole

Ritratto di alessandro

Prendo maria!

Ritratto di masmas

Vada con cyfer.

Ritratto di DK

Nonostante Abraham sarebbe il mio personaggio naturale scelgo Ed. Voglio sperimentare, dato che siamo in un laboratorio!

Ritratto di LaPiccolaVolante

Bravo DK è questo lo spirito giusto!

Ritratto di masmas

Eccomi qua, faccio così:

 

*** Wim - verso babilonia

** Edward

* L'uomo lupo

Ritratto di Schiumanera

Cyfer ***
Edward **
L'uomo lupo *

E un inchino per Maria