METEOSPAM di LordVonCriceto

E per ora è tutto. Finito. È servito? Fondamentalmente no. Qualsiasi cosa abbiate fatto, pensato, detto, manifestato, sbandierato, no. Il Nonno lanciava una pallina giù per la discesa. Un gatto seguiva la pallina giù per la discesa, un cane seguiva il gatto che seguiva la pallina giù per la discesa. La padrona del cane seguiva un cane che seguiva un gatto che seguiva una pallina giù per la discesa. Un motociclista sbandava per evitare un gatto che seguiva un pallina dietro la discesa e investì un cane che seguiva un gatto che seguiva una pallina giù per la discesa, e la padrona del cane si mise a seguire un motociclista che investì un cane che seguiva un gatto che seguiva una pallina giù per la discesa e che continuava a inseguire una pallina giù per la discesa, tra la corrente di passanti che correvano per scoprire perché un cane guaiva e una donna seguiva sbraitando un motociclista che investì un cane che inseguiva un gatto che inseguiva una pallina giù per la discesa. Un gatto seguiva una pallina giù per la discesa, un giorno, mentre un cane si riprendeva da un botta persa da una moto, e cominciò a seguire la sua padrona che seguiva un motociclista che scappava dalla folla che gridava che una donna scappava da un cane inseguito da sedici guardie ecozoofile, su sedici mezzi diversi a sirene spiegate e sguaiate, perché un cane che seguiva un gatto che seguiva una pallina giù per la discesa era stato investito da un motociclista inseguito dalla padrona del cane, inseguita dal suo cane, inseguito da una folla di gente che seguiva un cane che rincorreva una donna. Un gatto raggiunse una pallina che arrivò nella piazza in fondo alla discesa e continuò a giocare per ore con una pallina, nella piazza in fondo alla discesa, in pace, sereno, perché la piazza era vuota, perché tutti inseguivano il suono delle sedici sirene sui sedici mezzi delle guardie ecozoofile che richiamarono l'attenzione di tre pattuglie dei carabinieri che costrinsero a uscire sette pattuglie di vigili urbani perché se no sembrava davvero che nei momenti importanti loro non servissero proprio a un cazzo, e aiutavano i carabinieri a calmare la folla che voleva che un cane che seguiva una donna venisse abbattuto, avversata da una folla che diceva che quel cane doveva essere salvato, mentre una donna lanciava pietre contro un motociclista che aveva finito  la benzina e scappava a piedi seguito da una torma di pensionati che sapevano che se un uomo scappava da una donna allora era uno stupratore, e una parte delle pattuglie dei carabinieri si mise sulle tracce di un uomo che doveva essere al pranzo di capodanno con la famiglia invece ritrovarono solo la moto abbandonata vicino a una piazza deserta dove un gatto giocava con una pallina e pensava che forse sarebbe stato un buon anno, quello che iniziava su un mondo in cui un gatto poteva giocare con una pallina senza che una torma di cazzoni non gli facesse tonnellate di foto e video da postare sui social.

“Ah! Com'è cambiato il mondo.”, sospirava il Nonno, “Quando ero piccolo io, con una pallina e un gatto, si passavano mattine intere a sorridere in pace sotto il sole!”.

Non è il tempo e non sono gli anni a portarci cose migliori. Siamo noi a peggiorare o migliorare il tempo e le cose che ci scorrono sopra.