Redenzione (di SchiumaNera)

-Non lo so.

-Ma non lo puoi escludere.

-Non posso scartare la possibilità, ma non posso neanche mentire sul mio pensiero, è questo che intendi? Sai già qual è la risposta: perché me lo domandi?

-…

-Segna qualcosa il georadar?

-Ancora niente.

-Come deve essere. Abbiamo battuto quest’area per dieci giorni, se ci fosse stato qualcosa, l’avremmo trovato da un pezzo. Porzione di segmento che rimane da sondare?

-Il quarantacinquesimo a nord-est. La palude di solfati.

-Biodo è già andato là?

-Appena Ava l’ha liberato.

-È un cucciolo promettente. Se abbiamo fortuna, non ci toccherà nemmeno bagnarci gli stivali. L’ultimo dovrebbe essere laggiù.

-…

-Che c’è adesso?

-Davvero non ti sembra strano?

-L’unica cosa strana sono i tuoi dubbi insistenti. Dovresti chiedere ad Ava di sottoporti a un check-up, appena torniamo a bordo.

-Chi è stato il primo a proporre la missione? Lo ricordi?

-Sul serio, mi preoccupi. La direttiva è partita dal Padre, come ogni cosa, venti giorni fa. Ne abbiamo impiegati cinque per mettere assieme l’equipaggio e cinque per raggiungere il pianeta. Questo è il decimo giorno dall’atterraggio della Nemesi. L’obiettivo della missione è quasi completato. Tra un po’ potremmo tornare a casa e goderci un annetto di riposo. E tu… sarà meglio se passerai quell’annetto in un biolab.

-La direttiva… qual è lo scopo reale della nostra missione? Raccogliere sassi?

-Non sono sassi, sono Sali.

-Sali… Quelle specie di uova fossilizzate… Perché il Padre ha così tanto interesse in quei cristalli? A cosa servono?

-Non dovresti farti tutte queste domande. Non sei autorizzato a porti dubbi. Il nostro obiettivo è uno solo: recuperare dieci Sali e portarli alla base.

-Dieci Sali… come scritto nei documenti del primo Padre…

-Esatto. Per Keplero, sai che dovrò fare rapporto su questa conversazione?

-E a chi? Ad Ava?

-Al capitano.

-Sono dieci giorni che il capitano non esce dalla sua cabina. Ora sei tu a non ricordare. E ti dico che è un’anomalia: ogni volta che rientriamo a bordo, uno dell’equipaggio scompare.

-Nessuno scompare: si trovano tutti nelle loro camere di sospensione. Quest’ambiente è ostile per gli organismi cellulari: lo è da mille anni. Se fossi un biotico mi rintanerei anch’io nella mia bella camera di liquido ossigenato finché non fossimo abbastanza lontani da questo inferno.

-C’è rimasto solo Petri. E lui ha i miei stessi dubbi. Sai che ha provato a contattare la base, ma nessuno gli ha risposto? Eppure hanno ricevuto il messaggio. Semplicemente, l’hanno ignorato.

-Perché non era necessario rispondere. Petri è un tecnico, e alla sua prima missione. Il panico coglie tutti i biotici alla prima missione. In quei casi, da protocollo, è meglio sospendere i contatti e lasciare che i nuovi si abituino al nuovo stato psichico.

-Scommetto che oggi anche lui avrà bisogno della camera di sospensione.

-Non sono programmato per scommettere.

-Allora prendilo come un calcolo probabilistico.

-Ci sono detriti ovunque. Sembra di camminare su uova marce.

-È l’effetto della disgregazione nucleare. Tutti questi materiali non erano fatti per resistere allo Zeder. Fortuna che il Padre se ne è reso conto in tempo.

-Già… Dovremmo esserci quasi, no?

-Sì: la palude è laggiù.

-Guarda: Biodo si è già tuffato!

-Se abbiamo fortuna, domani potremo rientrare.

-Da quando siamo atterrati, abbiamo sempre avuto fortuna. Ho provato a spiegartelo stamattina: non è statisticamente possibile tutta questa “fortuna”.

-Ti correggo: non sarebbe stato statisticamente possibile se avessimo trovato tutti e dieci i Sali il primo giorno di atterraggio. O il secondo giorno. O il terzo… per ogni porzione di segmento sondata, Biodo ha individuato e riportato uno dei Sali. E questo non ha nulla di speciale.

-E oggi porteremo a bordo il decimo; Petri si rinchiuderà nella sua cabina e Ava dovrà coordinare da sola il rientro.

-Ne parli come se fosse una prospettiva terribile.

-È terribile quello che abbiamo sotto i piedi: è terribile quello che lo Zeder ha fatto in sessanta secondi, prima di venire distrutto dal suo stesso potere.

-Il Padre ha detto che non costruirà più un altro Zeder: l’ha giurato.

-Il Padre di mille anni fa, il primo Padre ha giurato. A biotici di mille anni fa. E ha giurato dopo aver visto la potenza dello Zeder che lui stesso aveva attivato. Ma tu sai come funzionava? Ti ripeto: sai per cosa verranno usati questi Sali?

-So che il Padre non può mentire.

-Tu non puoi mentire, né io, né Ava. I biotici possono. Per Keplero: vivono all’interno di una menzogna da dieci secoli!

-Sei libero di tornare sulla Nemesi e di contattare la base per sottoporre le tue perplessità: non te lo impedirò. Sappi che farò comunque rapporto: è evidente che sei vittima di un errore di sistema. Avrebbero dovuto scansionarti meglio, prima di imbarcarti.

-È proprio quello che intendo fare. E voglio farlo prima che anche Petri scompaia.

-Biodo è tornato a riva.

-Ha in bocca qualcosa…

-Ha trovato l’ultimo dei Sali, perfetto. La missione è completata.

-No, la missione non è completata perché non lo porteremo a bordo.

***

Rapporto di Figlio XY23, maschera di controllo della missione di recupero affidata alla Nemesi. Progetto: Redenzione. Digitato h. 0.31, lo. 45, la. 76.

Pianeta: Terra.

Stato atmosfera: non compatibile.

Effetto Zeder: persistente.

Stato missione: completata.

Stato equipaggio: necrosi cerebrale.

Completamento direttiva segreta: si è provveduto all’impianto dei Sali nelle scatole craniche dei soggetti. Ciascun impianto ha avuto un esito positivo. I simbionti hanno iniziato a recuperare le facoltà motorie, visive e verbali h. 0.12, orario termine ultima operazione di impianto. Sono in grado di governare la Nemesi. Il simbionte capitano ha chiesto di disattivare Ava. Comando eseguito.

Integrative: si è reso necessario il crash del Figlio XY7. Riprogrammazione da effettuarsi presso il laboratorio di Stazione Terra.

Progetto Redenzione: fase uno, completata. Rientro previsto tra cinque giorni.

-

-

-

crash in corso…

simbionti… inganno… no avvicinare… riprogrammato… biodo… zeder… è…

errore…

errore…

errrrrrrrr…

Ultimo messaggio inviato da Figlio XY23. h. 4,15 Stato segnale: disturbato. Impossibile stabilire ulteriore contatto. Nemesi in fase avvicinamento.

Progetto Redenzione: fase due, in corso.

Tags: